Porto Miggiano

mare-di-porto-miggiano

(fonte foto leccenews24)

Si dice che siano i viaggiatori a rendere speciali i luoghi in cui approdano.
Senza nulla togliere ai viandanti e agli amanti dei viaggi, c’è un luogo in Salento in cui rocce, ciottoli, grotte, scorci improvvisi e meravigliosi, danno forma a Porto Miggiano, una località preziosa di per sè.

Una sorta di piscina naturale rocciosa, delimitata da ciottoli, massi rocciosi levigati dall’attività incessante dei moti ondosi, un’insenatura a sud di Santa Cesarea Terme, dominata dal fascino di un’antica torre costiera, Torre Miggiano, che dà il nome all’intera località.

Il mare di Porto Miggiano è una di quelle lingue d’acqua mutevoli, per via dei suoi colori cangianti e dipendenti dai diversi riflessi del sole, con un’unica costante: una bellezza da mozzare il fiato.
L’erosione del tempo e del mare, ha visto Porto Miggiano mutare radicalmente con un crollo costiero importante, tanto da far correre ai ripari l’amministrazione comunale, che ha provveduto ad effettuare poderose messe in sicurezza del costone roccioso.

Un intervento che, gioco forza, ha modificato e alterato un tantino la conformazione fisica naturale della baia, e che per questo motivo ha costretto la Capitaneria a mettere i sigilli, rendendo impossibile l’accesso sin dal 2013.
C’è un unico modo, consigliatissimo se si ha la possibilità di farlo, di non lasciarsi scappare questa meraviglia della natura, ed è l’accesso dal mare. Ovviamente valgono le ordinarie raccomandazioni, dato il rischio di potenziali crolli, ma anche il buonsenso, che non deve spingere sino a trapassare, come purtroppo in molti fanno, valichi e divieti.

mare-porto-miggiano

(fonte foto Leccesette)

Il mare di Porto Miggiano è circondato da una scogliera che arriva a raggiungere l’altezza di venti metri, da cui si apre una scalinata scenografica, con oltre cento gradini scavati nella roccia, che degradano sino alla discesa al mare, svelando una baia ciottolosa in cui il tempo sembra essere sospeso tra profumi e  colori.
La scalinata è avvolta da piattaforme rocciose, su cui è comodo sostare per scattare una foto, o per ammirare da quell’altezza il panorama, ma anche per accedere al mare con un tuffo. L’impressione che si ha è quella di immergersi in un vero e proprio capolavoro della natura, una piscina immensa e selvaggia, con un fondale sabbioso e non molto profondo.

Le acque del posto sono in genere calme e tranquille perchè riparate sempre, anche se diventano davvero caraibiche nei giorni in cui spira vento di tramontana o ponente, mentre in quelli di scirocco tendono a sporcarsi leggermente.
Ci si può immergere, ancora, nel porticciolo esterno, una darsena protetta da imponenti pareti rocciose, con uno sfondo veramente coreografico.

Se avete voglia di soggiornare nei pressi di questa splendida località, ecco qualche suggerimento per B&B e Hotel a Santa Cesarea.


Comments are closed.