Torre Suda (Racale)

Home » La costa ionica del Salento » Torre Suda (Racale)

Ci sono marine, legate a cittadine operose dell’entroterra, che spesso non sono sotto i riflettori o i clamori degli annunci dedicati ai turisti, e probabilmente proprio per questo scoprirle le rende ancora più interessanti e stupefacenti.

Una di queste è senza dubbio la marina di Racale, sulla costa occidentale del Salento.

La località prende il nome dalla torre costiera omonima, una delle tante torri disseminate lungo le coste salentine durante il periodo delle pericolose incursioni turche, con pianta circolare e un’altezza di circa 14 metri.

La torre, dal nome caratteristico e insolito, per un certo periodo di tempo venne adattata a cisterna dai locali, nonostante non fosse proprio predisposta ad abbracciare gli ettolitri d’acqua che le vennero stipati all’interno.

Proprio per questo motivo cominciarono una serie di infiltrazioni che fecero trasudare l’acqua all’esterno, attività che le valse il nome di cui tutt’oggi si fregia.

Scorcio di Torre Suda Foto di Franco Mantegani

Scorcio del mare dei Diavoli, al limite tra Torre Suda e marina di Alliste

I Dintorni di Torre Suda

La costa che comprende il tratto di Torre Suda è una costa caratterizzata dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea, che trova spazio prepotente e rigogliosa tra gli spazi che riesce a conquistare ovunque, negli anfratti scoglieri, nelle conche che l’erosione del mare scava continuamente, con cespugli di timo, rosmarino, ma anche finocchietto selvatico (in dialetto chiamato “caroselle”, spesso lasciato a marinare nell’aceto per diverso tempo per essere usato come saporitissimo condimento e contorno) e fichi d’india.

Un luogo che ha un suo perchè soprattutto se lo si vede in funzione di punto di snodo e centrale, considerando che si trova a soli 50 km da Lecce, ma anche a pochissimi metri da Mancaversa e Torre San Giovanni, le marine vicine spesso più conosciute, come anche Gallipoli.

Pace, quiete, silenzio e località marine anche impervie fanno da padrone, da ritrovare soprattutto dinanzi al mare. Non tutti gli accessi, infatti, sono da considerarsi complicati e ostili a chi non ha molta dimestichezza con gli scogli, come ad esempio quello che porta alla località denominata “Conche”, per via delle diverse buche che si sono formate nel corso del tempo con il lavorìo infinito delle onde del mare.

Questa parte di costa, infatti, proprio a ridosso di una delle pizzerie più rinomate della marina (pizzeria Bella Napoli, con pizza a metro e piatti di mare), consente di fare il bagno in tutta tranquillità, grazie a una prima parte bassa e con pochi centimetri d’acqua, prima di tuffarsi in mare aperto.

Subito dopo le Conche c’è l’Arco, un posto così chiamato perchè negli anni Sessanta presentava una copertura rocciosa ad arco in un lato, che nel corso nel tempo è crollata, depositandosi sconnessa sul fondo, un luogo amatissimo dai giovani per via del trampolino naturale da cui cimentarsi in tuffi acrobatici.

Si accede all’Arco tramite una piccola scaletta scavata nella roccia, poggiando i piedi direttamente su uno scoglio affiorante che sembra orlare tutta la circonferenza, per pui lanciarsi direttamente per pochi metri, sino a raggiungere due scogli che servono da vere e proprie piattaforme in cui sostare a chiacchierare e a riposarsi.

Piattaforme naturali all'Arco a Torre Suda nel Salento

Piattaforme naturali all’Arco

 

Procedendo ancora, proprio sotto uno dei cocktail bar che ha fatto la storia della marina, un tempo chiamato Esador, e ora divenuto Caffè del Mar, c’è il Canale di Volpe, un’insenatura stretta e a imbuto, da cui si accede anche da una scalinata di una villetta che la sovrasta, superando un sottopassaggio.

Sino a pochi anni fa il canale era noto per via della cuccagna estiva che si svolgeva in quelle acque, quando i giovani del luogo si cimentavano nella raccolta di un gagliardetto posto alla fine di un palo incastonato negli scogli.

Tra i posti di mare più belli, in questa parte di costa, si erge il Solatio, proprio di fianco alla torre costiera, località che prende il nome dal cocktail bar che lo ammira dall’alto, un posto chic in cui rilassarsi in un solarium con affaccio diretto al mare dalle acque trasparentissime. Qui ci si può fermare e trascorrere un’intera giornata, coccolandosi al suono della musica lounge, pranzando con una frisa condita riccamente, o sorseggiando un aperitivo a fine giornata.

Torre Suda, Marina di Racale - Vista dal Solatio

Il fondale che si può ammirare dal Solatìo

Link Utili se vuoi passare una vacanza a Torre Suda:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *