Posto Rosso

Home » Alliste » Posto Rosso
mare di Posto Rosso

Mare dei Diavoli

Sulla litoranea Gallipoli-Leuca, una delle varie marine della cittadina di Alliste è Posto Rosso, località dal nome suggestivo, dovuto probabilmente alla particolare colorazione rossastra che assumono gli scogli soprattutto nel mese di maggio, quando un manto di alghe marine li avvolge a mo’ di velluto.

Come per Capilungo, il mare di Posto Rosso prosegue districandosi sulla costa bassa e frastagliata, con grotte accessibili solo dal mare, oltre a calette in cui rifugiarsi per giornate e bagni di sole in tutta tranquillità e solitudine, soprattutto nei primi mesi estivi, prima che la marina si popoli totalmente, o in settembre.
Se siete amanti delle immersioni, ma anche degli sport come lo snorkeling il mare di Porto Rosso è quello che fa per voi e riserva ai suoi visitatori degli spettacoli faunistici veramente unici.

Proseguendo in direzione di Torre San Giovanni, si trova un punto in cui la scogliera corre ripida e finisce a strapiombo direttamente sul mare: siamo al cosiddetto “Mare dei diavoli”, un luogo che attira soprattutto masse di giovani che amano cimentarsi con tuffi e capriole, direttamente dall’alta scogliera. Il fondale in questa insenatura raggiunge anche i sei metri, è prevalentemente sabbioso e immergendosi con la maschera svela cavità sotterranee velate di mistero.

Tante le curiosità sul nome, legato tanto al mito e alle leggende, quanto all’aspetto più selvaggio del luogo, che da sempre incute fascino e timore al tempo stesso.
Secondo la leggenda proprio questo lembo di costa vide naufragare una nave del re dell’Epiro, Pirro, che aveva con sè un carico di cavalli ed elefanti per venire in soccorso dei Messapi in guerra. La gente del posto, subito dopo il naufragio, fu impressionata dalle dimensioni degli elefanti, specie animale mai vista prima d’allora, tanto da paragonarli a tanti, giganteschi diavoli.

Nomi, leggende, tradizioni, tutto contribuisce a rendere il luogo un posto davvero splendido se siete amanti delle location più isolate e “in ombra” rispetto alle più  sovraffollate cittadine salentine, da Gallipoli a Otranto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *