Lecce

Home » Lecce

Lecce è senza dubbio una delle perle del Sud Italia. La sua bellezza barocca le ha fatto conquistare, a ragion veduta, il titolo di Firenze del Sud, perché qui si respira quell’aria di capolavoro che c’è nel capoluogo toscano. Lecce è arte e cultura, grazie a un centro storico che trasuda bellezza e storia. Ma ricordiamo che la città non è bella solo nel suo centro, ma anche nelle vicine marine. Spostando lo sguardo oltre i confini cittadini si vede il mare e quelle che sono le splendide marine affacciate sul mare Adriatico. Stiamo parlando di 20 km di litorale che va da Torre Rinalda a Torre Chianca, da San Cataldo Frigole. Tutto questo è un surplus di non poco valore per chi decide di venire in Salento e soggiornare a Lecce. Non solo bellezza cittadina, ma anche un mare e delle spiagge tutte da scoprire. Mare Salento Lecce: un connubio perfetto.

Torre Rinalda e le sue spiagge sabbiose

Cercheremo di andare in ordine nella descrizione di quelle che sono le marine di Lecce, andando da nord a sud. Partiamo, quindi, dalla marina che troviamo sulla costa orientale del Salento: Torre Rinalda. Quello che immediatamente colpisce di questa località è la sua costa quasi esclusivamente sabbiosa, dominata dall’antica struttura d’avvistamento. Sebbene quella che era una torre che serviva per proteggere l’entroterra da attacchi nemici oggi sia solo un rudere, molta storia è racchiusa in quelle mura crollate e questo rende il tutto estremamente affascinante. La torre è segno tangibile di un passato in cui queste zone erano di nevralgica importanza per la tutela della penisola dagli attacchi esterni. Nel dettaglio, la torre in questione venne edificata nel XVI secolo per volere di Carlo V, proprio con il chiaro intento di difendere quella terra dagli attacchi dei Saraceni. Dal punto di vista architettonico, sebbene la parte superiore sia andata distrutta, si scorge la forma tronco-piramidale a base quadrata e sono visibili le due feritoie e una parte della volta a botte.

Torre Chianca e la torre più alta del Salento

Scendendo verso Sud, a pochi chilometri di distanza, si s’incontra Torre Chianca . Anche questa località, come si può facilmente intuire, prende il nome da un’antica torre fatta costruire da Carlo V per fronteggiare i pirati saraceni. Ma attenzione, perché non stiamo parlando di una torre qualsiasi, perché quella di Torre Chianca è, con i suoi 18 metri di altezza, una tra le più maestose del Salento. Ma non finisce qui, perché, in questo piccolo borgo di pescatori adagiato sui granelli di sabbia dorata, c’è altro da visitare. Imperdibile, soprattutto per chi è alla ricerca di quiete e relax dopo una giornata al mare, è il bosco con annessa distesa di girasoli che si trova nei pressi della torre. Ma ci sono anceh i bacini Idume e Fetida che, probabilmente in pochi lo sanno, fanno parte del “Parco naturale regionale Bosco e paludi di Rauccio“.  Entrando nel cuore del paese, consigliamo di fermarsi a prendere un gelato in piazza Giovanni Paradiso, dove è sita la colonna in marmo dedicata al fondatore della località.

La bella Frigole

Andando ancora più giù, si arriva a Frigole  che è pronta a far bella mostra di sé. Quello che la caratterizza e che piace tanto ai visitatori e non solo è il suo mare terso, che viene stretto in un caldo abbraccio da una costa sabbiosa, adatta sia ai grandi che ai più piccini. Ma quello che attrae ancora di più è la macchia mediterranea, ancora incontaminata e che è senza dubbio il valore aggiunto della zona. Anche qui, oltre alle spiagge e al mare, consigliamo una visitina nel centro abitato. Il lungomare Attilio Mori, ad esempio, è pieno di lidi animati anche la sera e c’è finanche un piccolo porto molto suggestivo. Tuttavia, quello che è imperdibile a Frigole è senza dubbio  la tradizionale e suggestiva processione delle barche in mare, che si celebra il 15 agosto, in occasione della festa della Madonna dell’Assunta. 

San Cataldo e i suoi lidi

La marina più a Sud è quella di San Cataldo, che, lo dobbiamo sottolineare, non è tutta della città ma è amministrata a metà da Lecce e Vernole. Qui sono da visitare il faro, il piccolo porto, gli stabilimenti balneari di Lido York e Lido Turrisi e, infine, il circolo velico di fama nazionale.

Se volete passare le vostre vacanze a San Cataldo vi consigliamo un Residence a 200 metri dal mare: Special Salento Residence

Il denominatore comune di questa zona del Salento che fa capo a Lecce è la costa sabbiosa ed è per questo che le famiglie con i bambini prediligono questa parte di costa, perché più adatta alle loro esigenze e meno pericolosa di zone con prevalenza di scogli.

Tutto questo ci dimostra che Lecce è una citta d’amare e da mare in ogni stagione. Se non ci credete, appuratelo con i vostri occhi grazie a queste deliziose foto:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *