Ostuni

Home » Ostuni

Ostuni è, senza dubbio, una delle perle dell’alto Salento. Lo dimostra il fatto che alla famosissima Città Bianca  sono state conferite, nel corso degli anni, ben cinque vele e una speciale bandiera blu Legambiente. Ostuni fa capo alla provincia di Brindisi e si trova sulla costa adriatica del Salento, ma le sue peculiarità la rendono una località marina diversa da tutte le altre, tanto che persino la Fee, Fondazione per l’educazione ambientale, ne ha riconosciuto il valore. 

Quello che colpisce di questa zona è, senza dubbio, la pulizia del litorale e il mare cristallino. Ma non basta, perché se Legambiente ha conferito dei particolari riconoscimenti significa che anche il livello dei servizi offerti è molto alto e, infatti, quasi tutti i lidi sono attrezzati anche per le esigenze delle persone disabili e questo è un surplus da non sottovalutare quando si sceglie la meta della propria vacanza. Ma Ostuni è questo e molto altro ancora, dato che ci sono sì oltre 20 km di costa tutta da scoprire, ma anche un centro città che è considerato una meraviglia imperdibile.

La costa

La costa ostunese si estende per circa 20 km ed è caratterizzata da una forte discontinuità: ci sono delle distese di sabbia infinite che si alternano con scogliere maestose, cale e calette tutte da scoprire. Tutto questo rende la zona molto bella e interessante, specialmente per chi desidera variare senza spostarsi troppo dal punto di partenza. Ma c’è di più, perché oltre a rocce e granelli di sabbia che si passano continuamente il testimone, ci sono quelle dune che mettono in bella mostra un altro tratto tipico di questa terra, la macchia mediterranea che indossa le vesti del mirto, del rosmarino e di altre piante aromatiche che emanano a destra e sinistra il loro intenso profumo di salentinità.

Le perle della costa

Quali sono perle che si sfilano, una dopo l’altra, dalla preziosa collana indossata da Ostuni? Iniziamo da Villanova. Qui il mare la fa da padrone, ma non c’è solo quello, perché notevole è anche il suo castello di epoca angioina. Il castello in questione venne costruito alla fine del 1200, dopo la costruzione delle mura di quella che era la cittadina originaria. Si tratta di un elemento molto importante dal punto di vista storico, così come il piccolo porto turistico, perché fu grazie a tutto ciò e al castello aragonese che Ostuni rimase una città demaniale esente dal pagamento delle gabelle nel XV secolo. Ma non finisce qui, perché degli scavi archeologici abbastanza recenti, hanno riportato alla luce quello che doveva essere il porto romano di Ostuni: una scoperta molto rilevante, che testimonia la presenza dei romani nella zona. Dal punto di vista territoriale, Villanova si estende dal Parco delle Dune Costiere, dove si trovano Lido Morelli e Lido Bosco Verde, e il Pilone. In località Pilone si trova una torre aragonese dalla quale si possono ammirare le dune e si ginepri che le decorano. Proseguendo, poi, ci si ritrova a Rosa Marina, famosa per la sua sabbia fine, gli ulivi secolari e i muretti a secco. Segnaliamo Costa Merlata, caratterizzata da una costa frastagliata che le dà anche il nome, e località Monticelli, che nasconde i resti di un villaggio preistorico. Infine, c’è l’alta scogliera di Santa Lucia e Torre Pozzella. Come si vede, il paesaggio è vario: spiaggia, costa frastagliata, alte scogliere e mare sempre cristallino, sono le caratteristiche di questo tratto di Salento che si rivela una delle meraviglie del tacco d’Italia. Ricordiamo che in questa zona si possono trovare lidi attrezzati e ideati per venire incontro alle esigenze di qualsiasi tipologia di turista, così come spiagge libere tutte da scoprire.

Ostuni: la città

Parlando di Ostuni, possiamo dire che il paesaggio costiero è di una bellezza lucente che ben si intona con quella del centro storico.  La “città bianca” dista dal mare circa 8 km, punteggiati da file discendenti di ulivi secolari, giù da quei 218 metri di altezza dei colli che sono culla della nitida cittadina. E’, senza dubbio, una di quelle città che è impossibile non visitare almeno una volta nella vita, perché è talmente bella e unica nel suo genere da essere imperdibile. Una grande macchia bianca che si erge fiera e sovrasta un territorio circostante molto suggestivo. Ostuni, tra l’altro, è piena di ristorantini dove mangiare in maniera divina sia carne che pesce, ma è anche molto viva dal punto di vista della movida notturna, pronta a far scatenare i turisti più giovani, ma non solo.

Un assaggio per voi, ve lo regalano queste foto:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *